Domenica 14 aprile dalle ore 11 alle 14, presso Romolo di Corso Garibaldi, si terrà la degustazione delle colombe artigianali accompagnate dai liquori tipici della Costiera.


Immagine

Passione, gusto e genuinità: queste le parole chiave per i maestri pasticcieri che, con amore e impegno, sforneranno le loro colombe artigianali in occasione della Pasqua. Tra loro, si distingue certamente Remo Mazza della storica pasticceria Romolo di Corso Garibaldi, attentissimo alla selezione degli ingredienti migliori, d’alta qualità e rigorosamente naturali. Il più importante tra questi, è il lievito madre, poi la farina che deve avere caratteristiche molto  particolari, in modo da poter sopportare le lavorazioni lunghe e complesse, coniugando la tenuta alla lievitazione, poi il burro che è prodotto separando la panna dal latte per centrifugazione. E, ancora, le uova, deposte in allevamenti italiani, delle quali si usano solo i tuorli. Seguendo certosinamente la tradizione, Remo prepara, dunque, delle colombe di alta qualità organolettica, nutrienti e soprattutto molto digeribili.

 

La storia

Come è noto, il significato simbolico della colomba secondo la religione cristiana, richiama la pace, la salvezza e la resurrezione.  L’originale di questo dolce è attribuita all’azienda dolciaria milanese Motta negli anni trenta del 1900. L’impasto originale, a base di farina, burro, uova, zucchero e buccia d’arancia candita, con una ricca glassatura alle mandorle, ha successivamente assunto diverse varianti per soddisfare ogni palato.

Le colombe

"Abbiamo scelto di diversificare le nostre colombe affiancando a quella classica altre  che si contraddistinguono per il tipo di farcitura. - hanno spiegato  Remo e Ilaria Mazza della pasticceria Romolo -  La colomba al cioccolato farcita con pezzi di cioccolato fondente Valrhona, quella albicocca del vesuvio Agrimontana e cioccolato, sottobosco farcita con frutti di bosco e cioccolato e ricoperta con pezzi di cioccolato alla fragola". Le farcite si ispirano ad una ricetta tradizionale di oltre 50 anni creata da Romolo, con una crema tartufata al rum e decorata con le colombine di ghiaccia reale. Le  altre varianti sono con crema al limone ispirata al limoncello artigianale, quella Nocciolotta farcita con una crema di nocciole di Giffoni Igp, e, per finire, quella al pistacchio.

La degustazione

E, per i lettori che hanno già l'acquolina in bocca, non c'è da attendere troppo per assaggiarle: domenica 14 aprile dalle ore 11 alle 14, presso Romolo di Corso Garibaldi, si terrà la degustazione delle colombe artigianali accompagnate dai liquori tipici della Costiera. Prevista una folta partecipazione da parte dei fortunati golosi che avranno modo di coccolare i loro palati.