"Tra i più apprezzati dai salernitani in questo periodo, i calzoncelli di castagne prodotti secondo la ricetta di nostra nonna originaria di Sieti (Giffoni sei Casali)", raccontano Remo e Ilaria Mazza di Romolo“

di Marilia Parente

24581176 10214158151058610 90067339 n 2 Struffoli

Mostaccioli, pasta reale, cavallucci, struffoli, carrube, castagnole, divino amore al limone o all'arancia, calzoncello, fruttini siciliani, roccocò: questi solo alcuni dei dolci natalizi più amati dai salernitani. Lo sa bene la storica pasticceria Romolo di Corso Garibaldi che ha dato il via in anticipo alla produzione dei dolci, per una richesta sempre maggiore, sia da parte dei salernitani che dei turisti approdati in città per scoprire le Luci d'Artista. "Tra i più apprezzati dai salernitani in questo periodo, i calzoncelli di castagne prodotti secondo la ricetta di nostra nonna originaria di Sieti (Giffoni sei Casali). - raccontano Remo e Ilaria Mazza di Romolo- I mostaccioli con la loro ricopertura al cioccolato rappresentano un must del periodo natalizio per grandi e bambini.  Anche i roccocó e i susamielli sono molto amati nella variante morbida, non dura. Nella produzione diamo molta attenzione alla scelta della materie prime e all'artigianalitá del prodotto". 

Continuano le tappe del Peercorso del Babà che La Comunicazione Adv ha intrapreso tra Gazzetta di Napoli, Gazzetta di Salerno e Sapori Condivisi.

Questa tappa del Percorso del Babà ha come protagonista uno dei nomi storici della pasticceria Salernitana, Romolo, che ha nel dolce bagnato uno dei suoi fiori all’occhiello.remo mazza e i babà

“Ognuno ha la sua ricetta”, spiega Remo Mazza, titolare e figlio del fondatore Romolo, “si parte sempre da un impasto di farina di prima qualità ed uova, proprio le uova portano un processo di lievitazione molto aperta in modo che il prodotto sia molto digeribile. Altro elemento distintivo è la bagna, tradizionale al rum oppure la variante al limoncello tipicamente campana. Al babà semplice si è poi affiancato quello con le fragoline, o farcito con panna montata, crema pasticciera o cioccolato.”

babà

 Fonte:gazzetta di salerno.it

Bello e buono: il panettone della pasticceria Romolo delizia salernitani e turisti
Un presepe realizzato con zucchero e cioccolato rende splendida, oltre che buona, la specialità preparata dal maestro Remo Mazza

romolo 7di Marilia Parente

Dolcezza, bontà e tradizione si fondono, nel panettone decorato della pasticceria Romolo. Un presepe realizzato con zucchero e cioccolato, infatti, rende splendida, oltre che buona, la specialità preparata dal maestro Remo Mazza, una delle tante delizie, artigianali al 100%, proposte in questo periodo natalizio.

La particolarità

Lungo, il procedimento per realizzare i panettoni farciti con il cioccolato e resi unici dalla rappresentazione della Natività che rende il dolce una sorta di gustosissima opera d'arte. Lo sanno bene i salernitani e i turisti che scelgono l'eccellenza e la qualità della storica pasticceria di Corso Garibaldi. Da provare.

Potrebbe interessarti: http://www.salernotoday.it/blog/gustasalerno/panettone-decorato-presepe-romolo-pasticceria.html

di Angela Mendola

La festa pasquale, fatta eccezione per l’immancabile uovo, è tutta al femminile. “Colomba pasquale, nelle varianti all’albicocca, con gocce di cioccolato al latte e vaniglia, tartufata, con il cioccolato al latte e farcita con crema tartufata, decorata con cioccolato bianco, ghiaccia reale e pasta di zucchero, o tradizionale, con la scorzetta di arancia candita. Il segreto: l’uso di prodotti nobili e 48 ore di lievitazione naturale, senza alcun conservante”, ha dichiarato il maestro  dell’arte dolciaria, Remo Mazza, figlio del titolare dell’omonima e storica Pasticceria “Romolo”, che ha aggiunto che “a capeggiare sulle tavole imbandite è un altro prodotto principe, la tradizionale pastiera, preparata con grano, ricotta di pecora, uova e zucchero, o, nelle varianti, senza canditi, di riso, semifredda o dietetica, al fruttosio”.