di Paola Cacace

Ferrieri: "Dentro biglietti aerei o maglie del Napoli". Mazza: "Negli anni '80 mettevamo gioielli e orologi". 

Che si sia bambini o meno l'uovo di Pasqua ha sempre il suo perchè. Il must è un cioccolato di qualità. Per quanto riguarda la sorpesa invece è tutta un'altra storia.  C'è infatti ci sceglie di stupire puntando su sorprese a effetto e chi fa affidamento solo sulla gola del destinatario dell'uovo di Pasqua acquistato. "Da sempre - racconta Remo Mazza della storica Pasticceria Romolo di Salerno - i nostri clienti  ci portano pacchettini o simili da rinchiudere belle nostre creazioni pasquali. Ma se devo essere sincero da qualche anno a questa parte questa tradizione  si sta perdendo. Siamo  di fronte  a un'involuzione della sorpresa che è passata dai gioielli e orologi degli anni '80 a qualcosa di completamente secondario. Secondario soprattutto rispetto al gusto e alla prenominanza del cioccolato. Ecco, per sorprendere i clienti si affidano di più al sapore. Una delle nostre chicche? La scatola con le uova. All'apparenza sembra una scatola di quelle che si comprano al supermercato con sei uova fresche. Ovviamnete il tutto però è di cioccolato e ogni uovo tra l'altro può essere diverso. Bianco, fondente o al latte. Così che ognuno, in famiglia, possa assaggiare il cioccolato preferito. Inoltre osiamo con un aspetto porcellanato che è chic e ricorda le creazioni in ceramica di Vietri".  

CCI26042019

 

La storica pasticceria di Corso Garibaldi lancia la sua new collection di torte ispirate alle pietre preziose: ecco quali sono

rubino 2Nuovi piaceri per i buongustai: la storica pasticceria Romolo di Corso Garibaldi, infatti, lancia la sua new collection di torte ispirate alle pietre preziose. In particolare, i palati più raffinati saranno coccolati dalla Rubino, mousse ai frutti rossi, con morbido biscotto al pistacchio di bronte. Oppure dall'Oro di Sicilia, cremoso al mandarino con biscotto alle mandorle ricopertura cioccolato bianco e agrumi e, infine, dalla Smeraldo, specialità con crema leggera di ricotta con pistacchio e biscotto alle nocciole.

Domenica 14 aprile dalle ore 11 alle 14, presso Romolo di Corso Garibaldi, si terrà la degustazione delle colombe artigianali accompagnate dai liquori tipici della Costiera.


Immagine

Passione, gusto e genuinità: queste le parole chiave per i maestri pasticcieri che, con amore e impegno, sforneranno le loro colombe artigianali in occasione della Pasqua. Tra loro, si distingue certamente Remo Mazza della storica pasticceria Romolo di Corso Garibaldi, attentissimo alla selezione degli ingredienti migliori, d’alta qualità e rigorosamente naturali. Il più importante tra questi, è il lievito madre, poi la farina che deve avere caratteristiche molto  particolari, in modo da poter sopportare le lavorazioni lunghe e complesse, coniugando la tenuta alla lievitazione, poi il burro che è prodotto separando la panna dal latte per centrifugazione. E, ancora, le uova, deposte in allevamenti italiani, delle quali si usano solo i tuorli. Seguendo certosinamente la tradizione, Remo prepara, dunque, delle colombe di alta qualità organolettica, nutrienti e soprattutto molto digeribili.

Stanno spopolando gli squisiti liquori artigianali di Romolo: si tratta del Fragolino, del Limoncello, del Finocchietto e delle prelibate creme al limone e alla banana.

Marilia Parente - 

Non solo squisiti panettoni, pandori e dolci: la Pasticceria Romolo propone anche degli squisiti liquori artigianali. Si tratta del Fragolino, del Limoncello, del Finocchietto e delle prelibate creme al limone e alla banana da bere.

SAN VALENTINO: Serate con musica dal vivo, mentre la Pasticceria Romolo pensa a dolci creati ad hoc per l’occasione

txt sanvalentino 015

Decine le idee originali pensate da pasticcieri e ristoratori per rendere indimenticabile la giornata.

di Francesco La Monica

Colazione a domicilio. Cene romantiche organizzate ad hoc. Tante le idee per rendere speciale questa giornata alla propria innamorata o al fidanzato. A mettere in campo le idee ci hanno pensato i pasticceri, ristoratori e fiorai salernitani. Per chi volesse augurare un dolce risveglio alla propria metà, la storica pasticceria Romolo di corso Garibaldi a Salerno, propone la colazione da offrire a chi ami.

DI  -

Il panettone artigianale è un dolce che qui al Sud sta conquistando sempre più quote di mercato, merito soprattutto dei maestri paesticcieri che grazie alla cura delle materie prime ed alla lievitazione lenta ottenuta con il lievito madre, unita alla creatività con cui inventano nuove farciture in linea con le attuali tendenze enogastronomiche, riescono ad ottenere un prodotto di eccellenza.

Non fa eccezione la Pasticceria Romolo di Salerno, storico nome della pasticceria Salernitana, arrivata alla seconda generazione, con Remo Mazza che ha preso le redini dal fondatore, suo padre Romolo.

Capaccio. È stato un appuntamento invitante per tutti i golosi e un momento di formazione per gli operatori del settore, che hanno avuto la possibilità di acquisire i segreti e le tecniche dell’arte della pasticceria. L’occasione è stata il corso con il maestro Karl Sinderi, che ha presentato le grandi tecniche di realizzazione di dolci per la ristorazione, e con il maestro Remo Mazza, che ha dimostrato come vengono utilizzate le materie prime salernitane nella pasticceria.

"Tra i più apprezzati dai salernitani in questo periodo, i calzoncelli di castagne prodotti secondo la ricetta di nostra nonna originaria di Sieti (Giffoni sei Casali)", raccontano Remo e Ilaria Mazza di Romolo“

di Marilia Parente

24581176 10214158151058610 90067339 n 2 Struffoli

Mostaccioli, pasta reale, cavallucci, struffoli, carrube, castagnole, divino amore al limone o all'arancia, calzoncello, fruttini siciliani, roccocò: questi solo alcuni dei dolci natalizi più amati dai salernitani. Lo sa bene la storica pasticceria Romolo di Corso Garibaldi che ha dato il via in anticipo alla produzione dei dolci, per una richesta sempre maggiore, sia da parte dei salernitani che dei turisti approdati in città per scoprire le Luci d'Artista. "Tra i più apprezzati dai salernitani in questo periodo, i calzoncelli di castagne prodotti secondo la ricetta di nostra nonna originaria di Sieti (Giffoni sei Casali). - raccontano Remo e Ilaria Mazza di Romolo- I mostaccioli con la loro ricopertura al cioccolato rappresentano un must del periodo natalizio per grandi e bambini.  Anche i roccocó e i susamielli sono molto amati nella variante morbida, non dura. Nella produzione diamo molta attenzione alla scelta della materie prime e all'artigianalitá del prodotto". 

Non poteva esserci dolce “B” senza un dessert degno di questo nome in vetrina già da domenica mattina. A “progettarlo” è Remo Mazza della Pasticceria Romolo. Una composizione di undici monodose e precisamente undici tortine realizzate con fragoline, una bavarese al cioccolato bianco; il tutto rifinito con effetto velluto color rosso. «Non sarà la solita glassa alle fragole – precisa Remo – ma una vera e propria cascata di colore per dare il giusto colpo d’occhio». La partita Remo la potrà seguire solo attraverso le radiocronache perché la pasticceria sarà aperta tutta la giornata. «Anche la vetrina da domani avrà i colori della squadra».

img006

Bello e buono: il panettone della pasticceria Romolo delizia salernitani e turisti
Un presepe realizzato con zucchero e cioccolato rende splendida, oltre che buona, la specialità preparata dal maestro Remo Mazza

romolo 7di Marilia Parente

Dolcezza, bontà e tradizione si fondono, nel panettone decorato della pasticceria Romolo. Un presepe realizzato con zucchero e cioccolato, infatti, rende splendida, oltre che buona, la specialità preparata dal maestro Remo Mazza, una delle tante delizie, artigianali al 100%, proposte in questo periodo natalizio.

La particolarità

Lungo, il procedimento per realizzare i panettoni farciti con il cioccolato e resi unici dalla rappresentazione della Natività che rende il dolce una sorta di gustosissima opera d'arte. Lo sanno bene i salernitani e i turisti che scelgono l'eccellenza e la qualità della storica pasticceria di Corso Garibaldi. Da provare.

Potrebbe interessarti: http://www.salernotoday.it/blog/gustasalerno/panettone-decorato-presepe-romolo-pasticceria.html

di Marilia Parente

Come sempre, tradizione ed eccellenza rappresentano le caratteristiche degli squisiti dolci preparati dal maestro Remo Mazza

La Pasqua è meno dolce senza le prelibatezze della storica pasticceria Romolo. Con amore e pazienza, infatti, il maestro Remo Mazza anche quest'anno propone solo eccellenze da assaggiare, agli amanti del buon gusto. In particolare, è caratterizzata da amarena e pistacchio la novità sul fronte colombe. Ma risulta impossibile anche resistere a quella classica, al cioccolato e albicocca o cioccolato con frutti di bosco. E poi a quelle farcite, come la Amalfi con crema al limone, la Nocciolotta con crema alla nocciola, la Romolo, preparata seguendo una ricetta speciale nata 50 anni fa, nonchè quella con crema tartufata al rhum, ricoperta di cioccolato bianco e, infine, quella che somiglia tanto ad un'opera d'arte, con raffinate decorazioni in ghiaccia di zucchero e l'ovetto di cioccolato.

Continuano le tappe del Peercorso del Babà che La Comunicazione Adv ha intrapreso tra Gazzetta di Napoli, Gazzetta di Salerno e Sapori Condivisi.

Questa tappa del Percorso del Babà ha come protagonista uno dei nomi storici della pasticceria Salernitana, Romolo, che ha nel dolce bagnato uno dei suoi fiori all’occhiello.remo mazza e i babà

“Ognuno ha la sua ricetta”, spiega Remo Mazza, titolare e figlio del fondatore Romolo, “si parte sempre da un impasto di farina di prima qualità ed uova, proprio le uova portano un processo di lievitazione molto aperta in modo che il prodotto sia molto digeribile. Altro elemento distintivo è la bagna, tradizionale al rum oppure la variante al limoncello tipicamente campana. Al babà semplice si è poi affiancato quello con le fragoline, o farcito con panna montata, crema pasticciera o cioccolato.”

babà

 Fonte:gazzetta di salerno.it

Il progetto ruota intorno al logo della storica pasticceria di Corso Garibaldi:
ecco la golosa idea del maestro Remo Mazza

Cioccolatini artigianali ispirati alle ceramiche vietresi: l'ultima novità di "Romolo"

Tanta curiosità per la nuova collezione di cioccolatini artigianali di Romolo, ispirata alle ceramiche di Vietri. Il progetto ruota intorno al logo della storica pasticceria di Corso Garibaldi: la lupa, infatti, è racchiusa all'interno di una ghirlanda composta dalle principali materie prime (cacao, castagna, pera, mora, mandorla, chicchi di caffé, fragola, limone).

di Angela Mendola

La festa pasquale, fatta eccezione per l’immancabile uovo, è tutta al femminile. “Colomba pasquale, nelle varianti all’albicocca, con gocce di cioccolato al latte e vaniglia, tartufata, con il cioccolato al latte e farcita con crema tartufata, decorata con cioccolato bianco, ghiaccia reale e pasta di zucchero, o tradizionale, con la scorzetta di arancia candita. Il segreto: l’uso di prodotti nobili e 48 ore di lievitazione naturale, senza alcun conservante”, ha dichiarato il maestro  dell’arte dolciaria, Remo Mazza, figlio del titolare dell’omonima e storica Pasticceria “Romolo”, che ha aggiunto che “a capeggiare sulle tavole imbandite è un altro prodotto principe, la tradizionale pastiera, preparata con grano, ricotta di pecora, uova e zucchero, o, nelle varianti, senza canditi, di riso, semifredda o dietetica, al fruttosio”. 

Marilia Parente 06 febbraio 2018 17:17

Lungo, l'elenco delle dolcezze artigianali preparate con prodotti di eccellenza e caratterizzate da decorazioni davvero sorprendenti.

27654650 1647764251980556 7156914598894204405 n 2

Cioccolato, creatività e tanto amore: questa la ricetta vincente delle golose specialità pensate dalla pasticceria Romolo di Corso Garibaldi, in occasione del San Valentino. Lungo, l'elenco delle dolcezze artigianali preparate con prodotti di eccellenza e caratterizzate da decorazioni davvero sorprendenti.